ePrivacy and GPDR Cookie Consent by Cookie Consent

Onivà Cinema – New York 🎥✨🇺🇸

Coloratissima, affollatissima, modernissima… New York è un trionfo di superlativi

. E superlativi, senza dubbio alcuno, sono anche i film a cui ha dato i natali.
Girati prevalentemente tra Manhattan e Brooklyn, quelli che abbiamo raccolto per voi rappresentano alcuni dei titoli più celebri e apprezzati del grande schermo. Scopriamoli insieme con la nostra fidata mappa a portata di mano e con alcune clip.  

MANHATTAN BRIDGE (INCROCIO TRA WATER STREET E WASHINGTON STREET)
C’era una volta in America” (1984) è IL cinema. Non c’è storia.
Con questo film Sergio Leone si è definitivamente consegnato all’olimpo dei più grandi di sempre, segnando generazioni e generazioni di futuri registi e regalando al pubblico una perla cinematografica di bellezza ineguagliabile.
La pellicola, accompagnata dalle indimenticabili musiche di Ennio Morricone, racconta la vita del criminale David “Noodles” Aaronson (Robert De Niro) e dei suoi amici nel loro progressivo passaggio dal ghetto ebraico all’ambiente della malavita organizzata nella New York del proibizionismo e del post-proibizionismo.
Se avete visto il film, ma anche se vi sono semplicemente capitate una videocassetta o un suo DVD tra le mani, vi ricorderete sicuramente l’immagine del ponte incorniciato tra i palazzi. Bene, sappiate che quel ponte è il Manhattan Bridge nel quartiere Dumbo, e che uno scorcio così non potete perderlo per nessun motivo al mondo durante un viaggio a New York.
Andate all’incrocio tra Water Street e Washington Street e rendete onore a questo capolavoro scattando una bella foto.

 

NEW YORK PUBLIC LIBRARY (476 FIFTH AVENUE)
Una delle attrici più straordinarie della vecchia Hollywood è, senza dubbio alcuno, Audrey Hepburn.
Icona di stile e di eleganza, con la sua bravura e il suo modo di fare delicato, “da ballerina di danza classica”, ha fatto sognare e continua a far sognare un pubblico adorante e vastissimo, che la ricorda con affetto e con lo sguardo affascinato di chi sa che poche altre riusciranno a far breccia nel cuore di tutti e tutte come lei.
Una delle sue interpretazioni più iconiche è quella in “Colazione da Tiffany” (1961), film di Blake Edwards in cui recita, affiancata da George Peppard, nei panni di Holly Golightly.
Di questa pellicola avrete sicuramente in mente la scena in cui Audrey, avvolta in uno splendido tubino nero, consuma la colazione di fronte alla gioielleria Tiffany & Co., ma non è su quella scena che vorremmo concentrarci.
Ci piacerebbe, infatti, proporvi qualcosa di diverso, come la sequenza in cui i due protagonisti si ritrovano, su iniziativa di lui, alla New York Public Library.
Inaugurata nel 1911 e terza biblioteca per dimensioni in America del Nord, vi consigliamo di aggiungerla tra le tappe del vostro tour newyorkese così da scoprirne la storia di persona. Sarà una bellissima esperienza!

 

CASERMA DEI POMPIERI HOOK AND LADDER 8 (14 NORTH MOORE STREET)
Ghostbusters” (1984) è un film amatissimo da grandi e piccini, da vedere e rivedere centinaia di volte per divertirsi e per accompagnare con lo sguardo le mirabolanti avventure dei suoi protagonisti.
Abbiamo scelto di inserirlo in questo itinerario perché, nel vostro viaggio a New York, non può assolutamente mancare una visita, almeno dall’esterno, al quartier generale degli Acchiappafantasmi: la Caserma Hook and Ladder 8.
Situata nel quartiere Tribeca, al 14 di North Moore Street, nella pellicola viene mostrata come un luogo abbandonato, anche se in realtà è perfettamente attiva e utilizzata dai pompieri del New York City Fire Department.
Proprio per questo motivo non potrete visitarla dall’interno (per le riprese, fra l’altro, gli interni furono quelli di una caserma di Los Angeles), ma pare che i vigili siano molto cordiali, e potrete fotografare i loghi di Ghostbusters affissi al marciapiede di fronte all’ingresso. Buon divertimento!

 

PLAZA HOTEL (768 FIFTH AVENUE) ✨
Se siete amanti dei classici di Natale, sarete affezionati Kevin McCallister, il piccolo protagonista di “Mamma, ho riperso l’aereo: mi sono smarrito a New York” (1992).
Avete presente la scena in cui il ragazzino si accorge che la carta di credito del padre è rimasta a lui e decide di usarla per prenotare una lussuosa camera d’albergo?
Ecco, se ci avete fatto caso, quell’albergo è il Plaza Hotel di New York, sulla Fifth Avenue.
Di certo non un alloggio per tutte le tasche, ma ammirare la favolosa sala d’ingresso e immaginarsi di avere Kevin di fianco non costa nulla!

 

ALL’ANGOLO TRA LEXINGTON AVENUE E LA 52ESIMA STRADA 
Dovessimo pensare a un’immagine pop degli anni ‘50, ci verrebbe di certo in mente Marylin Monroe, che elegantemente cerca di trattenere la gonna di uno splendido abito da cocktail bianco, mentre un flusso d’aria, filtrato dalla griglia di ventilazione della metro sottostante, la solleva.
Questa immagine è tratta da un film, e quel film si chiama “Quando la moglie è in vacanza” (1955).
Diretto da Billy Wilder, racconta la storia di Richard Sherman (Tom Ewell), marito esemplare da sette anni, che si trova in bilico tra l’avvenente nuova vicina di casa (Marylin, appunto) e la moglie partita per l’estate.
La sequenza più famosa, quella che abbiamo descritto poco sopra, fu girata due volte: una a New York, e un’altra negli studios della 20th Century Fox a Los Angeles.
Il motivo fu l’insoddisfazione del regista, che ritenne giusto ripetere il ciak al riparo dalla folla e dall’eccessivo rumore di sottofondo, che disturbavano il dialogo degli attori.
Fermatevi ad aspettare la metro sopra le griglie di ventilazione all’angolo tra Lexington Avenue e la 52esima strada per sentirvi un po’ divi o dive anche voi!

 

KATZ’S DELICATESSEN (205 EAST HOUSTON STREET) 
Un itinerario cinematografico di New York che si rispetti non può non passare dal
205 di East Houston Street e sostare da Katz’s Delicatessen.
Sapete perché? Dai, è facile: è il ristorante di “Harry ti presento Sally” (1989), proprio quello della scena dell’orgasmo simulato da Meg Ryan!
All’interno del locale, e più precisamente sopra al celebre tavolo in cui fu registrata la sequenza, c’è una targa che recita così: “Congratulations! You’re sitting where Harry met Sally.” (“Congratulazioni, siete seduti dove Harry conobbe Sally.”). Mica male no?
Fermatevi da Katz’s anche per provare il loro pastrami: pare sia uno dei migliori a New York.

 

AMERICAN MUSEUM OF NATURAL HISTORY
Non ci credevamo neppure noi quando lo abbiamo scoperto, ma “Una notte al museo” (2006) non è stato girato (almeno interamente) all’American Museum of Natural History di New York.
In effetti, registrare un film d’azione in un luogo così delicato sarebbe stato troppo rischioso per l’integrità dei reperti conservati all’interno, ragion per cui il regista Shawn Levy propose di ricostruire gli ambienti in uno studio apposito nella British Columbia, in Canada.
L’effetto è incredibilmente realistico e il lavoro fatto dal comparto tecnico è straordinario… ma volete mettere una visita al vero American Museum of Natural History?
Organizzano persino degli sleepover e, semmai le creature del museo dovessero risvegliarsi, uno di questi potrebbe essere un’ottima occasione per vederle in azione!