ePrivacy and GPDR Cookie Consent by Cookie Consent

Onivà Cuisine Kit – Gingerbread Cookies e Pancakes 🍪🥞🇸🇪🇺🇸

Il Natale è sempre più vicino, le vostre case sono pronte per essere decorate per entrare nell’atmosfera calda e familiare tipica del periodo. Se chiudiamo gli occhi e volgiamo i nostri pensieri all’immaginario comune di una giornata d’inverno in prossimità di questa festa

complici anche la letteratura e il cinema, vedremo comparire subito un bel caminetto acceso, della musica di sottofondo, una casa illuminata, magari con fuori la neve, una tazza di tisana o cioccolata fumante e, se ci concentriamo bene, sentiremo quel profumo di spezie che avvolge l’ambiente, un timer suona, i biscotti sono pronti e fumanti per essere assaggiati. Diffusissimi nel Nord Europa e negli Stati Uniti i biscotti allo zenzero, gingerbread cookies, sono ormai presenti anche nelle nostre tradizioni, rappresentano quel momento di unione e convivialità in famiglia, unita dal momento della preparazione e quello dell’assaggio. Ovviamente in queste giornate, l’altro momento di convivialità è la colazione, da fare con calma, magari con un bel piatto di soffici pancakes ricoperti da sciroppo d’acero, il miglior modo per affrontare la giornata!
 


🍪 GINGERBREAD COOKIES 🍪

✨Un po’ di storia ✨
Questi saporiti biscotti a base di zenzero hanno origini che si perdono indietro nei secoli e sono anche piuttosto incerte visto che sono molti i paesi che ne rivendicano la paternità. Oggi ne esistono tantissime varianti e di tantissime forme (quasi ogni paese ha la sua), ma sembra che la prima comparsa di questo biscotto avvenne in Francia prima dell’anno mille, grazie ad un monaco armeno che avrebbe tramandato i segreti per la preparazione ai monaci locali. Da qui poi iniziarono a diffondersi nei monasteri e nei paesi del resto d’Europa, soprattutto in Svezia e in Germania, dove addirittura fu creata una corporazione di produttori di pan di zenzero, i soli a poterli produrre, tranne che a Natale e a Pasqua. Durante queste festività, infatti, ognuno poteva cimentarsi con la preparazione dei biscotti, per questo motivo sono divenuti rappresentativi del Natale. All’inizio si pensava che il biscotto avesse proprietà terapeutiche (delle suore, in alcuni conventi, li utilizzavano per curare il mal di pancia) pertanto, oltre che nelle piazze e nei monasteri, veniva venduto anche nelle farmacie, soprattutto in Inghilterra. Fu proprio qui che, nel sedicesimo secolo, ebbe origine il Gingerbread Man, quando Elisabetta I decise di far realizzare biscotti con le sembianze dei suoi ospiti per omaggiarli della loro presenza a corte.

✨Gli ingredienti ✨
I biscotti allo zenzero puntano tutto sulla fragranza e sul profumo, veloci e semplici da realizzare sono a base di zenzero, ovviamente, aggiunto a tante altre spezie inebrianti quali: cannella, noce moscata, chiodi di garofano, il tocco particolare è conferito dallo zucchero di canna e dal miele, di solito si utilizza quello scuro, un po’ meno dolce degli altri. Negli Stati Uniti invece l’ingrediente fondamentale è la melassa, un dolcificante naturale ottenuto per centrifugazione dello zucchero, una sorta di miele, ma meno dolce. Di solito i biscotti vengono guarniti con delle decorazioni a base di glassa colorata.



🥞 PANCAKES 🥞

✨Un po’ di storia ✨
Tutti pensiamo che queste gustose frittelle siano originarie degli Stati Uniti: mai convinzione fu più sbagliata! Sembra infatti che il vero antenato del pancake sia il Teganites (dal nome del recipiente di cottura), un dolce greco del 500 a.C. a base di acqua, olio e farina consumato a colazione irrorato di miele. Dalla Grecia a Roma il passo fu breve e ci sono infatti documenti che dimostrano come i nobili romani consumassero spesso le Alica Dolcia, una versione locale del teganites, arricchita con le spezie. Da qui, nel corso dei secoli e attraverso i paesi europei, questo dolce si diffuse sempre di più in moltissime varianti, una delle quali, ancora attualissima, è la deliziosa Kaiserschmarrn austro tedesca, servita con confettura e cosparsa di zucchero a velo. Solo quando arrivò in Inghilterra fu coniato il termine pancake e da qui solcò gli oceani per arrivare in America dove, per la prima volta, venne aggiunto il lievito che ha reso l’impasto come lo conosciamo oggi, soffice, spumoso e perfetto per assorbire quanto più sciroppo d’acero possibile. Fu proprio grazie a questa innovazione che il pancake divenne un “ambasciatore” della cucina statunitense: all’inizio veniva consumato solo in occasioni speciali in quanto tutti gli ingredienti erano considerati ricchi, ma oggi è immancabile in qualsiasi colazione americana che si rispetti.

✨Gli ingredienti ✨
I pancake sono dolci semplicissimi da realizzare a base di farina, lievito, latte e uova, con una cottura rapidissima sono gustosissimi e possono essere personalizzati nei modi più svariati già aggiungendo nell’impasto gocce di cioccolato, frutti di bosco (di solito mirtilli), uvetta e quant’altro. Oppure si prestano ad essere accompagnati da frutta fresca, panna montata, nutella, immancabile è lo sciroppo d’acero, che non è mai abbastanza!
Non è raro che vengano accompagnati a pietanze salate, non essendoci zucchero nell’impasto, soprattutto in America vengono serviti insieme al bacon o al pollo fritto.

Curiosità

Alla diffusione del Gingerbread man, intorno all’800 contribuirono anche le fiabe dei fratelli Grimm, in seguito alla pubblicazione di Hansel e Gretel infatti, con la descrizione della casetta di marzapane, i fornai e i panettieri dell’epoca riempirono le loro vetrine con scene natalizie ricreate con casette dolci decorate con la glassa e omini di pan di zenzero. Negli Stati Uniti invece la sua fama fu sottolineata da una filastrocca per bambini che narrava dell’omino in fuga da affamati individui, storia poi ripresa nel film Shrek.

Sapete che esiste una Pancake Race? Ebbene si, è una competizione internazionale nata in Inghilterra nella metà del ‘400 quando, un martedì grasso una donna si presentò in chiesa correndo con la padella e i pancake ancora sfrigolanti per paura di arrivare tardi alla messa.

In Irlanda e Inghilterra il giorno prima dell’inizio della Quaresima si celebra il Pancake Day. In passato infatti, il martedì grasso, si usava preparare quantità enormi di pancake per eliminare tutte le scorte di farina e uova per non avere tentazioni durante il digiuno quaresimale.

powered by Typeform