ePrivacy and GPDR Cookie Consent by Cookie Consent

Onivà Cuisine Kit – Cinnamon Rolls ✨🥯🇸🇪

Il Natale si sta avvicinando, le vetrine cominciano ad illuminarsi, le radio preparano le loro playlist piene zeppe di Christmas Carol

. Forse questo sarà un Natale un po’ diverso da quelli a cui siamo abituati, magari compreremo meno dolci perché ci cimenteremo nel prepararli in casa. Allora perché non cominciare ad inebriare le nostre stanze di odore di cannella con un dolce fragrante, profumato e che che possiamo gustare in ogni momento della giornata, per colazione o a  merenda, magari con un buon Infuso accanto? Chi non ha mai assaggiato una girella alla cannella alzi la mano! Beh, questo è un ottimo modo per iniziare e, per tutti coloro che lo adorano, come noi, questo è un ottimo modo per non rimanerne mai senza!


✨Un po’ di storia ✨

Come è solito per tutti i piatti molto diffusi in vari paesi, è molto difficile risalire alla paternità di questo gustoso dolce. La Svezia è sicuramente il paese europeo in cui si fa più consumo di questa girella, qui chiamata Kanelbulle, immancabile in ogni fika, la pausa caffè accompagnata dal dolce; non è detto però che ne sia il paese d’origine. Intorno al XVII secolo infatti gli Olandesi, dopo aver colonizzato lo Sri Lanka, si ritrovarono con enormi quantità di cannella da vendere, fu così che il prezzo di questa spezia precipitò e venne acquistata da tutti i paesi limitrofi: Svezia, Danimarca, e Germania, che cominciarono ad utilizzarla per insaporire i loro pani. Solo un secolo dopo acquistò la caratteristica forma a spirale grazie ad un fornaio londinese che iniziò a vendere nella sua bottega, con grandissimo successo, questi pani con questa nuova forma. Il suo forno portava il nome di Chelsea Bun House e da qui il nome arriva probabilmente il nome anglosassone di Cinnamon Bun. E negli Stati Uniti? Anche qui arrivarono nel XVII secolo, portati a Philadelphia da immigrati tedeschi e svedesi che crearono delle varianti aggiungendo zucchero di canna, miele e uvetta e una glassa di zucchero sopra. Oggi queste girelle sono diffusissime, consumate per colazione o nelle pause, ma rimangono comunque  uno dei dolci preferiti nelle feste natalizie, grazie al loro profumo intenso di spezie e alla sensazione di calore e familiarità che sanno regalare.



✨Gli ingredienti ✨

Il cinnamon roll è un dolce a base di pasta lievitata, poco zuccherata, arrotolata su se stessa e farcita con un composto di zucchero di canna, burro e cannella (per una versione meno calorica si può omettere il burro). Una volta cotte, le girelle vengono glassate con un composto di acqua e zucchero a velo, ma la tipologia di glassa varia a seconda dei paesi. Gustate ancora calde, sono una vera delizia per i sensi. 



✨Curiosità ✨

Nel Nord Europa, oltre le classiche, diffuse ormai in tutto il mondo, esistono anche le varianti vaniljbulle, dove viene utilizzata la vaniglia al posto della cannella,e il toscabulle (il rotolo Tosca), senza cannella, guarnito con una glassa, più calorica, a base di burro, e scaglie di mandorla


La Svezia, orgogliosa di questa sua ricetta, dal 1999 ha istituito, il
4 ottobre, la giornata nazionale del Kanelbulle. 

 

In un quartiere del distretto di Göteborg vengono realizzate girelle di ben 30 cm di diametro (le dimensioni classiche  variano tra i 5 e i 10), chiamati Queen of the Kitchen. Sono talmente buoni che, anche se enormi, difficilmente vengono divisi tra più commensali, ognuno mangia la sua!

powered by Typeform

powered by Typeform